In molti si chiedono, ha ancora senso pianificare una campagna di email marketing nel 2018?

Il marketing tramite email, contrariamente a quanto solitamente si pensa, non è morto. Anzi, sta forse attraversando uno dei suoi momenti più floridi. Ad inizio 2018 le email promozionali sembrano ancora funzionare.

Ma cosa c’è alla base di tutto questo? Perché nell’era dei social, delle stories e dei live su Facebook c’è ancora chi si prende la briga di portare avanti una campagna di email marketing?

Per prima cosa dobbiamo dire che, negli ultimi anni, il numero delle email inviate è in crescita. Prendiamo ad esempio il triennio che va dal 2013 al 2015. Nel 2013, primo anno di riferimento, le email inviate ogni minuto erano 182,9 milioni. Nel 2014 salgono a 196,3 milioni per arrivare poi a 205,6 milioni nel 2015.

Hai bisogno di creare e-mail coinvolgenti per i tuoi annunci? Ecco alcuni elementi da considerare per a sedurre e coinvolgere il tuo pubblico. 

Come creare una campagna di email marketing?

campagna di email marketing

Un primo punto da tenere sempre a mente quando ci accingiamo a creare una campagna di email marketing è la necessita di trovare un argomento di fondo. Una linea rossa aggregante su un topic ben definito che possa attirare su di se l’attenzione del lettore. Il tema della newsletter deve essere accattivante e non noioso. Dai al tuo pubblico una ragione per aprire l’email.

Rispetta la regola del 90/10. Ogni newsletter dovrebbe essere per il 90% educativa e solo per il 10% promozionale. Non sei tu al centro della newsletter, ma le capacità che hai per aiutare il tuo pubblico a risolvere i loro problemi.

Raggiungi velocemente il punto centrale della newsletter. Vuoi che il lettore faccia click? Non lasciarlo solo in un copy troppo lungo e in un design confuso e disordinato. Lo spazio vuoto, in realtà, è un tuo amico!

Sfrutta al massimo la funzione “ALT TEXT“. A volte le immagini non compaiono in una email ed è difficile per il lettore capire il significato della stessa. Impostando correttamente l’ALT TEXT della tua immagine, un testo alternativo prenderà il suo posto quando questa non verrà caricata. Questo testo potrà guidare il tuo lettore verso il click.

Rendi facile l’annullamento della sottoscrizione. In questo modo si creerà una community composta solo da utenti veramente attivi e interessati ai contenuti delle tue email. Inoltre si ridurrai al minimo il numero di volte in cui le tue email verranno contrassegnate come SPAM.

Scrivi email personalizzate. Per quanto più possibile rendi ogni email unica e non solo un inutile copia e incolla. I tuoi clienti sono diversi tra loro, fa che lo siano anche le email che invii.

Come aumentare il tasso di apertura delle email in una campagna di email marketing?

scrivere email interessanti

Scegli un titolo accattivante. Qualcosa che spinga il lettore ad aprire e leggere con interesse e attenzione la tua email. Non sai come fare? Eccoti allora 10 esempi di titoli per le campagne di email marketing che possono aumentare il tasso di apertura.

Crea un collegamento tra testo e immagini. Se decidi di inserire immagini all’interno della tua email assicurati che siano pertinenti con l’argomento trattato nella newsletter. Immagini pertinenti aumentano notevolmente l’interesse del tuo pubblico nei confronti dei tuoi prodotti.

Prima di inviare controlla bene tutto! Assicurati che non ci sia alcun tipo di errore. Controlla il copy, i link, le immagini, tutte le informazioni contenute e la lista dei contatti a cui stai inviando la newsletter. Funziona bene anche su dispositivi mobili? Controlla sempre questo punto, ricorda che la maggior parte delle email viene visualizzata proprio su dispositivi di questo tipo!

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.